Il diario di Eve Rosser di Rachel Caine – Recensione


Recensioni / giovedì, Settembre 24th, 2015
Recensioni

E’ arrivato anche il mio turno per postare la recensione del libro scelto per il “Domino Letterario”.

Cos’è il Domino Letterario?

Clarissa, del blog Questione di libri ha riportato un’idea creata da alcune booktubers.

Ogni mese verrà stilata una lista di partecipati e in ordine sceglieranno un libro che si collega al precedente per qualche motivo. Copertina, autore, casa editrice… a suo gusto!
Alla fine del mese verranno pubblicate le recensioni seguendo appunto il calendario stilato in precedenza.

Blog che partecipano al Domino letterario del mese di Luglio
Il salotto dei libri  e Parliamo di Libri – 22 Settembre 2015
L’amore per i libri e Le recensioni della libraia – 23 Settembre 2015

Devilishly Stylish e Leggendo Romance – 25 Settembre 2015
Ladra di libri e La Rapunzel dei libri –  26 Settembre 2015
Il bosco dei sogni fantastici e Libri che porto con me – 27 Settembre 2015
Lettere d’inchiostro e Everpop – 28 Settembre 2015

On rainy days e Il nostro angolo dei sogni – 29 Settembre 2015


La scelta del libro di questo mese è collegata al libro scelto dalla blogger Clarissa del blog Questione di libri (Clari, io e te ci troviamo sempre vicine!) che ha scelto “Geek Girl” di Holly Smale,
Avrei voluto collegarmi con lo stesso genere o per il titolo, ma non ho trovato niente nella mia libreria che si avvicinasse. Alla fine ho optato per una copertina che richiamasse quella di Clarissa e quindi il volto di una ragazza in copertina! Prometto che la prossima volta mi impegnerò di più!

Il diario di Eve Rosser di Rachel Caine

I vampiri di Morganville: 1
12033397_10206929325865694_520469290_n
Claire Danvers è una matricola del college di Morganville, nel Texas. È appena arrivata nel dormitorio femminile e già le sembra un incubo: le ragazze più popolari dell’università l’hanno presa di mira, e passano velocemente dai piccoli rispetti alle minacce, fino ad arrivare alla violenza fisica. Cercando un rifugio fuori dal campus, Claire si ritrova a Glass House, un’antica e imponente casa dove vivono tre ragazzi: Eve, una barista dark; Shane, un tipo affascinante esperto di cucina messicana; Michael, il proprietario della villa, il quale nasconde un grande segreto che lo lega alla luce del sole e alle mura che lo circondano. I nuovi coinquilini diventano subito amici di Claire, si alleano con lei, la difendono dalle molestie e la mettono in guardia dai pericoli della città. Perché Morganville ha delle regole ben precise, nasconde una storia oscura e tormentata fatta di patti e sangue, e ogni passo falso può costare la vita a chi si avventura per le strade quando cala il buio, senza nessun tipo di protezione.
  • Editore: Fanucci Editore
  • Pagine: 283
  • Prezzo di copertina: € 14,00
  • Collana: Teens international
  • Uscita: 21 Gennaio 2010

“Il diario di Eve Rosser” è il primo di 15 libri della serie “I vampiri di Morganville” ma in Italia sono stati tradotti solo i primi quattro, purtroppo ho scoperto questa cosa solo dopo l’acquisto, altrimenti probabilmente non avrei comprato nemmeno il primo.

Quindi, inizio questa recensione dicendovi che non continuerò la lettura di questa serie, inizialmente per il motivo detto sopra ma anche perché non mi ha entusiasmato particolarmente.

Ci troviamo a Morganville, una città oscura e con molti segreti, ma Claire la protagonista di questa storia non è al corrente di tutti i fatti accaduti in questa cittadina universitaria. Claire è solo una ragazza di 16 anni che grazie alla sua dedizione allo studio si ritrova già all’università. I genitori hanno deciso di non mandarla troppo lontana da casa e quindi è stata costretta a studiare in questa scuola dove vive in un dormitorio insieme ad altre ragazze.

Claire, amante dello studio trova le lezioni piacevoli e interessanti, ma non può dire lo stesso dell’accoglienza che le altre ragazze della scuola hanno in serbo per lei. A causa della sua strafottenza, si ritrova a dover difendersi dagli attacchi delle “bulle” della scuola, tanto che rischia la vita e non riesce a difendersi da sola.

Ha bisogno di aiuto e nel dormitorio non può difendersi, nessuno può proteggerla, tutti hanno paura di Monica e del suo seguito, le “Monickettes”, perciò prende le sue cose e scappa alla ricerca di un posto in cui passare la notte. Proprio durante questa ricerca incontra i suoi compagni di avventura che la proteggeranno e l’accoglieranno nella loro casa.

Micheal, Eve e Shane sono i suoi nuovi coinquilini. Non sono molto normali, ma Claire inizia a conoscerli ed instaura da subito un buon rapporto.

Ho trovato il personaggio di Micheal davvero curioso, è diverso da quelli incontrati finora. Ha un grande segreto e il suo interesse primario è quello di tenere al sicuro gli abitanti della casa. Shane, invece, inizialmente non viene preso in considerazione ma è un personaggio che impariamo a conoscere man mano che la storia procede e poi c’è Eve da cui prende il nome il titolo del libro.

Non condivido la scelta del titolo perché il suo personaggio non è quello principale e inoltre le uniche pagine di un diario si trovano alla fine del libro dove racconta di nuovo una parte della storia dal punto di vista di Eve, come se lei stesse scrivendo sul diario tutti gli avvenimenti. Ho trovato questa aggiunta superflua, probabilmente avrà molto più senso nei libri successivi, ma per il momento non credo sia stata una buona scelta.

Nel complesso assegno a questo libro tre stelle per l’originalità della storia, non avevo letto niente del genere e non ho riscontrato cose già viste o già sentite in altri libri.

Stelle: 3/5

Consigli di lettura: Una storia per ragazzi. Se amate i vampiri cattivi, troverete in questa storia qualcosa di non canonico e particolare.

 Prima di lasciarvi vi ricordo che potrete seguire il domino con la prossima tappa di Elisa sul blog  Devilishly Stylish

4 Commenti a “Il diario di Eve Rosser di Rachel Caine – Recensione”

  1. Che brutto quando interrompono le traduzioni delle saghe in questo modo… In ogni caso mi spaventa il fatto che in tutto siano 15, sono tantissimi! Però la storia sembra carina 🙂

  2. mi sa che questa serie la salto almeno fino a quando e se si decideranno a tradurla tutta, non vorrei poi trovarmi a doverla leggere in lingua con la montagna che ho già in lista.

  3. Mi mette ansia il fatto che sia il primo di una serie, ne ho talmente tante in corso che non so se voglio iniziarne una nuova.
    Però non sembra male!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *