Carve the mark – I predestinati di Veronica Roth

“E’ difficile sapere cos’è giusto in questa vita” disse.

“Facciamo quello che possiamo”, ma ciò di cui abbiamo veramente bisogno è compassione, e sai chi me l’ha insegnato questo?” sorrise.

“Tu.”

I cuori teneri rendono l’universo degno di viverci.

C’era una fame dentro di me e c’era sempre stata.

Una fame più forte del dolore, più forte dell’orrore.

Continuava a mordere anche dopo che ogni cosa dentro di me si era arresa.

Non era speranza, non mi risollevava; strisciava, annaspava, si trascinava, e non mi permetteva di fermarmi.

E quando finalmente le diedi un nome, scoprì che era qualcosa di molto semplice: desiderio di vivere.

“Trova un altro motivo per andare avanti” dissi.

“Non deve necessariamente essere buono, o nobile.

Basta che sia un motivo.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *