Skip to content

Libri per Bambini e Ragazzi – Gennaio 2023

  • by

Il mondo di Ellie non è proprio come il nostro. Ci sono la scuola, gli amici e i lunghi pomeriggi passati al centro commerciale. Ma c’è anche Kirby, il suo cane fantasma, e un potere ancestrale che le scorre nelle vene e le permette di evocare gli spiriti delle persone che non ci sono più. Lo ha ereditato dalla nonna, insieme al suo nome Apache, Elatsoe, colibrì. Un uccello piccolissimo, ma incredibilmente forte, proprio come lei. Quando lo spirito di suo cugino Trevor, scomparso misteriosamente, le fa visita in sogno, Ellie capisce che non si è trattato di un incidente: qualcuno ha ordito un piano per ucciderlo e toccherà a lei e alla sua famiglia scoprire chi e perché lo ha fatto. “Ellie dei cani eterni” combina mistero, horror, noir e fantasy con l’autentica spontaneità di una ragazza che non teme di fare la sua parte nell’eterna lotta contro il male, soprattutto quello che si nasconde nell’animo umano. 

Per la prima volta, un libro per ragazzi in cui si parla, senza retorica e con grande sensibilità, dell’importanza del benessere mentale. Un libro che ci insegna come questi argomenti non debbano essere dei tabù ma, anzi, stare al centro di un confronto. Perché chi vede il mondo con occhi diversi è capace di arricchire gli altri. Perché ho scritto La maglietta rossa di Ben: Ciao, ti ringrazio per esserti ritagliato del tempo per leggere questo libro. Conoscerai Ben, un ragazzino di dodici anni che sta cercando di ambientarsi in una nuova scuola lottando contro il bullo che c’è nella sua testa. Ho scritto questo romanzo perché io stessa ho lottato con il disturbo ossessivo-compulsivo per tutta la vita. Da bambina avrei voluto che ci fossero dei libri con protagonisti che mi assomigliavano. Spero che chiunque stia affrontando un’esperienza del genere possa trovare un amico in Ben. E spero anche che, qualsiasi sia il modo in cui sei arrivato a questo libro, tu ti goda il viaggio. Come direbbe Ben, citando Doctor Who, concludo con questo augurio: Ridi forte, corri veloce, sii gentile! Un abbraccio, Lily.

Come sarebbe stata la vita di Anne Frank se fosse sopravvissuta a Bergen-Belsen? E quella dei tanti che non sono tornati a casa? Ce lo raccontano cinque donne che hanno vissuto la deportazione e si sono salvate. La loro storia di bambine e ragazze, diventate donne, madri e nonne, si intreccia alla voce di Anne Frank, che conosciamo così bene attraverso la lettura del suo diario segreto. 
Ogni capitolo del libro è dedicato a una testimonianza ed è introdotto da una tappa del viaggio di Caterina, una ragazza che, a quasi ottant’anni di distanza, ripercorre a ritroso il tragico viaggio di Anne Frank e sua sorella Margot, dal campo di Bergen-Belsen 
al rifugio di Amsterdam, visitando alcuni dei luoghi della Shoah in Europa.
La curiosità di Caterina traccia la strada che 
ci porta a conoscere Arianna Szörényi, Sarah Lichtsztejn-Montard, Helga Weiss, Andra e Tatiana Bucci, che hanno vissuto la deportazione e che hanno scelto di affidarci la loro memoria di testimoni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *